Come evitare di sentirsi superflui quando i figli se ne vanno da casa

Come evitare di sentirsi superflui quando i figli se ne vanno da casa I bambini

Abbiamo i nostri figli, li nutriamo fino alla giovane età adulta e, proprio come una pianta o un arbusto, li abbiamo potati e modellati e li abbiamo nutriti con tutta la conoscenza, i consigli e la saggezza possibile. Mentre sono a casa, ci occupiamo di prendere le loro decisioni, di proteggerli dai pericoli e di aiutarli a percorrere la strada tortuosa della vita. Poi lasciano la casa per l’università o per vivere in modo indipendente nella loro prima casa.

L’attività genitoriale è così intensa che, quando i nostri figli si affacciano sul mondo, non c’è da stupirsi se ci ritroviamo a piangere su una delle loro magliette, soprattutto se ci siamo identificati fortemente come genitori. Conosciamo anche alcuni dei pericoli e delle tentazioni che li attendono nel grande mondo. Perdere le interazioni quotidiane e la presenza costante della nostra prole può sembrare un lutto.

Può sembrare che il nostro lavoro sia finito e che i nostri figli non abbiano più bisogno di noi, ma non è così. Ci saranno ancora quelle chiamate di SOS per chiedere consigli, più soldi da spendere, pacchi di cibo e, naturalmente, per chiedere se possono portare la biancheria a casa.

Anche quando i vostri figli non sono a casa, hanno ancora bisogno di voi. Accettate che avranno bisogno di voi in modo diverso una volta che si saranno trasferiti. La vita va e viene e così anche noi, le nostre relazioni, i nostri bisogni. Niente rimane uguale e siamo in continua evoluzione, cambiamento e sviluppo.

Abbiate fiducia nel fatto che avete fatto il vostro lavoro nel miglior modo possibile e, per quanto sia difficile, abbiamo i nostri figli sapendo che un giorno voleranno via dal nido e il nostro ruolo si ridurrà man mano che si muoveranno nel mondo e creeranno le loro vite.

Il miglior meccanismo per affrontare la situazione è prepararsi! Di solito si ha un ampio preavviso, quindi bisogna usare questo tempo con saggezza. Iniziate a mettere in moto le cose mentre i vostri figli sono ancora lì con voi. Considerate questo momento come un’opportunità per un secondo colpo di frusta. Pensate a tutte le cose che vorreste fare. Hobby e progetti che potrebbero essersi assopiti durante gli anni dell’educazione dei figli.

Evitare di sentirsi superflui quando i figli vanno via di casa

Azione

Si tratta di creare nuove abitudini e routine per riempire la grande distesa di tempo che vi ritroverete tra le mani. Se avete sempre voluto provare qualcosa, questo è il momento giusto. Trovate quello che fa per voi. Ricordate che se state provando qualcosa per la prima volta, si dice che ci vogliono 28 giorni per cambiare un’abitudine, quindi perseverate. Imparate uno strumento musicale, partecipate a un corso di pittura, fate esercizio fisico. Organizzate incontri con i vostri amici, create nuove routine per voi stessi in modo da avere un’impalcatura che vi sostenga nelle prime settimane e nei primi mesi. Inoltre, avrete molto di cui parlare quando vedrete i vostri figli e parlerete con loro al telefono. Telefonate con FaceTime da luoghi diversi, in modo che sappiano che state bene e che state affrontando la situazione. Facendo vedere loro che state bene e che vivete la vostra vita migliore, li incoraggerete a fare lo stesso.

La comunicazione è importante

Parlate di come andare avanti e fategli sapere come vi sentite e quanto sia importante per voi avere contatti/visite regolari. Fate anche sapere loro che, in ogni caso, possono sempre tornare a casa se le cose non vanno come previsto. Molte grandi cose si scoprono uscendo dal sentiero! Se volete, non modificate troppo la loro camera da letto, in modo che abbiano la sensazione di “essere a casa” durante le loro visite.

Non volete trattenerli o farli sentire in colpa perché si godono la loro indipendenza.

Il futuro

Quando i bambini non ci sono più, potete prendervi del tempo per legare davvero con il vostro partner. Potrebbe essere necessario un po’ di adattamento per stare da soli insieme, ma lavorateci e a lungo termine sarà un bene per entrambi. Mettete da parte del tempo per fare delle cose insieme e includete le serate tra i vostri programmi. Se volete provare quella sensazione di “amore nell’aria”, dovete impegnarvi.

Vota questo articolo
tandempsicologia.it

Adblock
detector