Come scrivere una lettera di perdono per trovare la pace interiore

Come scrivere una lettera di perdono per trovare la pace interiore Conflitti

Sono certo che sarete d’accordo con me quando dico che molte relazioni nella vostra vita comportano conflitti, grandi e piccoli.  Ci saranno molte volte nella vostra vita in cui sarete feriti dalle parole o dalle azioni di qualcuno.  E se siete come me, il conflitto è qualcosa di cui potreste fare a meno.  Di solito non è piacevole e a volte può lasciare una o entrambe le parti con un po’ di rancore.  In casi estremi può portare alla fine di una relazione o di un’amicizia.

Il perdono è la chiave per superare il passato.  Può aiutarvi a superare i ricordi dolorosi, a superare una mentalità negativa che vi blocca e, in generale, a rendervi una persona più felice.  Una volta imparato a perdonare, potrete riprendere il pieno controllo della vostra vita.

Tuttavia, per molte persone perdonare è difficile.  Che si tratti di perdonare qualcun altro o di perdonare noi stessi per un errore, per molti di noi è difficile lasciar andare e perdonare.

In questo articolo vi parlerò dell’importanza del perdono, del perché dovreste scrivere una lettera a chi vi ha fatto un torto e di come creare una di queste lettere.

Che cos’è il perdono?

Che cos’è esattamente il perdono e come si fa a perdonare qualcuno?  Il perdono è stato definito come una “decisione consapevole e deliberata di rilasciare i sentimenti di risentimento o vendetta verso una persona o un gruppo che vi ha fatto del male, indipendentemente dal fatto che meriti effettivamente il vostro perdono”.  Tuttavia, è importante ricordare che perdonare non significa perdonare o scusare offese passate.  Si sceglie semplicemente di lasciar andare l’amarezza, il risentimento e la rabbia.

Perché è difficile perdonare?

Per molti è difficile perdonare qualcuno che ci ha fatto del male.  Spesso ci mettiamo in testa che se non perdoniamo un’altra persona, questa soffrirà.  Consideriamo il non perdono come una forma di punizione per ciò che l’altra persona ci ha detto o fatto.  È un modo per ferirlo a nostra volta e per avere il controllo della situazione. E quando l’altra persona non è disposta ad assumersi la responsabilità delle sue azioni o insiste che non ha fatto nulla di male, spesso continuiamo a negare il perdono.  Inoltre, quando perdoniamo, potremmo pensare che questo implichi che ci va bene quello che l’altra persona ha fatto.

Tuttavia, perdonare qualcuno non riguarda l’altra persona.  Si tratta di voi.  Si tratta di trovare pace con quello che è successo.  È una decisione di lasciare che il passato sia ciò che è stato e di lasciarlo andare vivendo il momento presente. Si tratta del desiderio di liberarsi dal dolore e dal peso di doverlo affrontare continuamente.

Un modo potente per perdonare qualcuno (o se stessi) è scrivere una lettera di perdono che vi aiuterà a trovare la pace interiore.  Esprimere le vostre emozioni su carta permette loro di vivere al di fuori di voi stessi.  Potete dare vita alle vostre emozioni.

Pensate a qualcuno nella vostra vita che dovete perdonare per qualcosa che ha fatto o detto che vi ha causato rabbia o dolore.  O forse c’è qualcosa che avete fatto e che volete perdonare a voi stessi per averlo fatto o detto.  (Anche scrivere una lettera di perdono a se stessi può essere potente).

Prima di scrivere la lettera

Il primo passo per scrivere una lettera di perdono è ripensare all’evento reale in cui siete stati trattati male dall’altra persona.  Pensate al vostro rapporto con questa persona prima della situazione. Era un buon rapporto?  Amavate l’altra persona?  Poi ricordate come vi siete sentiti durante l’evento e dopo.

Immaginate come si è sentita l’altra persona durante la situazione e perché si è sentita così.  Cercate di ricordare che è un essere umano e che ha dei difetti.  Tutti noi li abbiamo.  Cosa stava succedendo nella loro vita per agire in un modo così offensivo?  Quali bisogni stavano cercando di soddisfare?  Quali insicurezze e paure avevano?

Qual è l’intento della vostra lettera

La cosa successiva da considerare è capire l’intento della vostra lettera.  Se state cercando di far sentire l’altra persona in colpa, di ammettere un senso di colpa o di chiedere scusa, questi non sono buoni motivi per scrivere la lettera.

Cercate di capire l’intento della vostra lettera prima di scriverla. Prima di scrivere la lettera, dovreste essere davvero pronti a perdonare.

Se, invece, state scrivendo una lettera di perdono per trovare la pace interiore, in modo da lasciar andare la rabbia o il risentimento che ancora provate, allora probabilmente siete pronti a scrivere la lettera.  Prima di scrivere la lettera, dovreste essere davvero pronti a perdonare.

Scrivere la lettera

È importante che la lettera assuma una forma fisica, in modo da passare attraverso il processo di provare le emozioni.  Prendete quindi una penna e prendete un foglio di carta.

Potrebbe essere una buona idea scrivere prima una bozza della lettera di perdono.  Mettete su carta tutti i vostri pensieri – tutto ciò che vi viene in mente – e non trattenetevi.  Scrivete le parole che descrivono le vostre emozioni e i vostri pensieri riguardo all’evento, sia quando è realmente accaduto, sia nel periodo successivo.

Potreste includere i motivi che hanno portato all’evento, una descrizione di ciò che è accaduto, come vi siete sentiti sia durante l’evento che dopo, il vostro ruolo nella situazione e ciò che si sarebbe potuto fare diversamente.

Potete prendervi del tempo per essere introspettivi e pensare se l’altra persona stava davvero cercando di ferirvi o se aveva semplicemente una prospettiva diversa sulla situazione.   Pensate a cosa stava succedendo nella loro vita in quel momento.  Con che cosa stavano lottando.  Cosa ci vorrebbe per perdonarli davvero.

Potete anche includere la dichiarazione di aver perdonato l’altra persona.  Questo potrebbe permettervi di riparare il rapporto.  Tuttavia, ricordate che l’obiettivo finale della lettera di perdono è quello di trovare la pace interiore.  Chiedete a un amico intimo di controllare la lettera per assicurarsi che non risulti offensiva o che non dia la colpa all’altra persona.

Un esempio di lettera di perdono

Una lettera di perdono potrebbe dire qualcosa del genere:

“Mi hai davvero ferito quando non sei venuto alla mia festa di compleanno.  Avevi detto che l’avresti fatto e mi hai fatto sentire come se non fossi davvero mio amico. Mi ha fatto sentire come se non ti importasse o non mi rispettassi abbastanza da essere onesto con me.  So che non parliamo mai del dolore e va bene così. Non ne abbiamo bisogno. Non ha senso rivangare quello che hai fatto.  Ma mi hai ferito.  E ho trattenuto quella rabbia per molto tempo.  Ho lasciato che tu prendessi il meglio di me.  Ma oggi tutto questo finisce.

Oggi vengo da un luogo di amore, gentilezza e perdono.  Non penso spesso a ciò che hai fatto, ma quando lo faccio, lo lascio andare.  Non ho tempo nella mia vita per pensare al dolore.

Hai fatto quello che hai fatto perché eri in quel momento nella tua vita. Forse eri triste, arrabbiato, pieno di odio o di risentimento!  Forse stavi attraversando un momento difficile della tua vita, o non ti amavi.  Non lo so davvero. E a questo punto non mi interessa.  Il passato è passato e va lasciato lì.  Io scelgo di vivere il presente.

Negli ultimi due anni ho scoperto molte cose: l’amore per se stessi, il rispetto per se stessi, il perdono, la gentilezza, la gratitudine e la pace.

Non posso cambiare il passato e quello che hai fatto, quindi scelgo di lasciarlo andare, di perdonarti e di andare avanti”. 

Potreste considerare il vostro ruolo nel conflitto.  Se siete stati colpevoli di qualche torto o avete detto qualcosa di cui vi siete pentiti, potete includere le vostre scuse nella lettera di perdono.

Dovete inviare la lettera di perdono?

L’invio o meno della lettera di perdono dipende esclusivamente da voi.  Prima di prendere una decisione, sedetevi e ricordate a voi stessi il vero scopo per cui avete scritto la lettera di perdono.

Scrivere la lettera di perdono significava aiutarvi a trovare la pace interiore.  Era per la vostra salute mentale, non per quella dell’altra persona.  Aspettate qualche giorno e riguardate la lettera. Se ritenete che l’invio della lettera sia utile per voi, potete ripensarci.

Considerazioni finali sulle lettere di perdono

Ricordate che una lettera di perdono non assolve l’altra persona da qualcosa che ha fatto, né la mette a posto.  Ma vi libera dal dolore che avete trattenuto e dal peso di doverlo affrontare continuamente.

Vota questo articolo
tandempsicologia.it