6 modi per sentirsi meglio con il proprio lavoro

6 modi per sentirsi meglio con il proprio lavoro Gestione dello stress

Se ogni mattina iniziate a temere di andare al lavoro, questo può avere un grave impatto sulla vostra felicità e sul vostro benessere. Anche le persone che amano il proprio lavoro si annoiano, si sentono frustrate o insoddisfatte di alcuni aspetti del loro lavoro. In altri casi, le persone possono andare incontro a burnout o insoddisfazione per la cultura del lavoro.

Cosa si può fare se non si è soddisfatti del proprio lavoro? La soluzione più ovvia è cambiare lavoro, ma non sempre è possibile.

6 modi per sentirsi meglio con il proprio lavoro

Fortunatamente, ci sono cose che potete fare per sentirvi meglio con il vostro lavoro in questo momento.

1. Concentrarsi sugli aspetti positivi

Anche se ci sono aspetti del vostro lavoro che vi appesantiscono mentalmente, potete sentirvi meglio concentrandovi sulle cose che vi piacciono.

  • Quali sono le mansioni lavorative che vi piacciono di più?
  • Ci sono cose che vorreste poter fare di più in quel lavoro?
  • Cosa imparate dal vostro lavoro?

È probabile che vi vengano in mente almeno alcune cose che vi piacciono del vostro lavoro. Usatele come punto di partenza per trovare modi per crescere professionalmente.

Se ci sono alcuni tipi di compiti che vi piacciono più di altri, chiedete di poterli assumere più spesso. Anche accettare nuove sfide può essere un modo per rendere il vostro lavoro più interessante e per spingervi a imparare cose nuove.

Anche se il vostro lavoro attuale non è quello che volete fare per sempre, può comunque essere un’opportunità per imparare, crescere ed esplorare altre direzioni di carriera.

2. Iniziare la giornata con il giusto umore

Le ricerche indicano che i lavoratori che iniziano la giornata di buon umore tendono a essere più produttivi e positivi nel corso della giornata. Quindi, se iniziate la giornata con la paura di lavorare o con un umore pessimo, è probabile che il resto della giornata non vada meglio.

Sebbene non possiate cambiare alcuni aspetti del vostro lavoro, potete fare in modo di avere qualcosa di cui rallegrarvi ogni mattina.

  • Provate ad ascoltare il vostro podcast preferito mentre andate al lavoro.
  • Assicuratevi di trascorrere almeno qualche minuto all’aperto per prendere un po’ d’aria fresca.
  • Godetevi una tazza di caffè o di tè.

Il semplice fatto di avere un rituale mattutino può fornire un senso di conforto per calmare il corpo e la mente prima di iniziare la giornata lavorativa.

3. Evitare la negatività

Anche se vi piace il tipo di lavoro che svolgete, partecipare a un ambiente di lavoro tossico può farvi sentire infelici e ansiosi. Forse non è possibile modificare completamente la cultura aziendale, ma ci sono alcune cose che potete fare per garantire che il vostro ambiente di lavoro sia un luogo più positivo. Alcune cose che potete fare:

  • Evitare i pettegolezzi sul posto di lavoro.
  • Concentrarsi sull’aiutare i colleghi piuttosto che competere con loro.
  • Cercare di reindirizzare le conversazioni negative.
  • Lavorare per risolvere i problemi piuttosto che lamentarsi.

Se vi accorgete che al lavoro ci sono persone che vi buttano giù o cercano di farvi assumere comportamenti tossici, fate del vostro meglio per prendere le distanze da queste persone.

4. Cambiare dove si può

È difficile essere felici nel proprio lavoro se le mansioni che svolgete ogni giorno non corrispondono alla vostra personalità e alle vostre preferenze. Ad esempio, se siete una persona che ama lavorare in modo indipendente, può essere frustrante se vi viene richiesto di lavorare sempre in gruppi collaborativi.

Le ricerche hanno dimostrato che quando c’è una mancata corrispondenza tra una persona e il suo lavoro, il burnout è comune.

Sebbene non possiate cambiare la natura del vostro lavoro, potete cercare dei modi per allinearlo meglio alle vostre preferenze. Per esempio, se di solito lavorate da soli ma vi piace l’interazione sociale, potreste cercare un modo per lavorare su più progetti di gruppo o spostare la vostra postazione di lavoro in un’area in cui avrete l’opportunità di parlare più spesso con gli altri.

Queste misure non solo possono ridurre il burnout, ma possono anche aumentare il benessere, la motivazione e il piacere del lavoro.

5. Personalizzare lo spazio di lavoro

La possibilità di personalizzare il proprio spazio di lavoro può avere un effetto psicologico positivo. Anche piccoli cambiamenti possono aiutare a sentirsi meglio nello spazio in cui si trascorre la maggior parte della giornata.

Le ricerche hanno rilevato che le persone che lavorano in uffici aperti sono meno motivate, aumentano i livelli di stress, diminuiscono la produttività e riducono la concentrazione. La mancanza di privacy, l’aumento delle distrazioni e gli elevati livelli di rumore fanno sì che i lavoratori dedichino più energia cognitiva alla gestione di questi stress piuttosto che concentrarsi sul lavoro.

Anche apportare piccole modifiche al proprio spazio di lavoro può aiutare a sentirsi meglio con il proprio lavoro. Indipendentemente dal luogo di lavoro, è importante avere:

  • Un’area di lavoro sicura ed ergonomica.
  • Una buona illuminazione.
  • Una temperatura ambiente confortevole.

Per chi lavora da casa, le opzioni possono essere limitate solo dal budget a disposizione. Riempite la vostra area di lavoro con oggetti che vi aiutino a sentirvi ispirati e motivati a lavorare.

Se lavorate in spazi meno modificabili, come un negozio o un magazzino, le opzioni potrebbero essere più limitate. Piccoli cambiamenti, come tenere alcuni oggetti personali nell’armadietto o nell’area di riposo dei dipendenti, possono offrire comfort e sollievo dallo stress durante la giornata lavorativa.

Cercate di mantenere il vostro spazio di lavoro confortevole, professionale, ordinato e funzionale.

6. Trovare un senso al proprio lavoro

Un modo per sentirsi meglio con il proprio lavoro è cercare il modo in cui i propri sforzi fanno la differenza. Le ricerche hanno dimostrato che le persone che sentono che il loro lavoro è significativo sono più impegnate e produttive.

Alcuni modi in cui potete trovare un significato nel vostro lavoro sono:

  • Creare relazioni positive con i colleghi e i clienti.
  • Concentrarsi su alcuni dei motivi per cui si lavora, come provvedere alla propria famiglia e risparmiare per il futuro.
  • Pensare ai modi in cui il vostro lavoro è utile alla vostra comunità.

Trovare un significato nel proprio lavoro non significa necessariamente sentirsi come se si stesse cambiando il mondo. Si tratta di trovare un modo per contribuire alla vostra famiglia, alla vostra comunità o alla società, in un modo che vi lasci un senso di appagamento e di scopo.

Parole finali

La realtà è che molte persone affrontano periodi di insoddisfazione per il proprio lavoro. Un sondaggio Gallup ha rilevato che il 13% dei lavoratori statunitensi ha dichiarato di sentirsi attivamente disimpegnato nel proprio lavoro.

Anche se il vostro obiettivo finale è passare a una posizione o a una carriera più ambita, ci sono cose che potete fare ora per rendere più facile il vostro lavoro. Ad esempio, se lasciare il lavoro attuale non è un’opzione possibile, o se non potete controllare che i vostri colleghi facciano pettegolezzi o creino un ambiente di lavoro tossico, potete controllare il modo in cui reagite a queste situazioni. Cercare di migliorare il proprio lavoro può anche aiutare a sentirsi più felici, più sani e più soddisfatti.

Vota questo articolo
tandempsicologia.it