La gerarchia dei bisogni di Maslow

La gerarchia dei bisogni di Maslow Autoconsapevolezza

La gerarchia dei bisogni di Abraham Maslow è una delle più note teorie della motivazione. La teoria di Maslow afferma che le nostre azioni sono motivate da alcuni bisogni fisiologici e psicologici che progrediscono da elementari a complessi.

Teoria della gerarchia dei bisogni di Maslow

Abraham Maslow ha introdotto per la prima volta il concetto di gerarchia dei bisogni nel suo articolo del 1943, intitolato “A Theory of Human Motivation” (Una teoria della motivazione umana), e di nuovo nel suo libro successivo, “Motivation and Personality” (Motivazione e personalità). Questa gerarchia suggerisce che le persone sono motivate a soddisfare i bisogni fondamentali prima di passare ad altri bisogni più avanzati.

Mentre alcune delle scuole di pensiero esistenti all’epoca, come la psicoanalisi e il comportamentismo, tendevano a concentrarsi sui comportamenti problematici, Maslow era più interessato a capire cosa rende le persone felici e cosa fanno per raggiungere questo obiettivo.

In quanto umanista, Maslow credeva che le persone avessero un desiderio innato di realizzarsi, cioè di essere tutto ciò che possono essere. Per raggiungere questo obiettivo finale, tuttavia, è necessario soddisfare una serie di bisogni fondamentali. Tra questi, il bisogno di cibo, sicurezza, amore e autostima.

Maslow riteneva che questi bisogni fossero simili agli istinti e che svolgessero un ruolo importante nel motivare il comportamento. La gerarchia dei bisogni di Maslow si articola su cinque livelli, a partire da quello più basso, noto come bisogni fisiologici.

1. Bisogni fisiologici

I bisogni fisiologici comprendono quelli vitali per la sopravvivenza. Alcuni esempi di bisogni fisiologici sono:

  • Cibo.
  • Acqua.
  • Respirazione.
  • Omeostasi.

Oltre alle esigenze di base di nutrizione, aria e regolazione della temperatura, i bisogni fisiologici comprendono anche il riparo e l’abbigliamento. Maslow ha incluso in questo livello della gerarchia anche la riproduzione sessuale, in quanto essenziale per la sopravvivenza e la propagazione della specie.

2. Bisogni di sicurezza e protezione

Al secondo livello della gerarchia di Maslow, i bisogni iniziano a diventare un po’ più complessi. A questo livello, i bisogni di sicurezza e protezione diventano primari.

Le persone vogliono controllo e ordine nella loro vita. Alcuni dei bisogni fondamentali di sicurezza e protezione sono:

  • Sicurezza finanziaria.
  • Salute e benessere.
  • Sicurezza contro incidenti e lesioni.

Trovare un lavoro, ottenere un’assicurazione sanitaria e l’assistenza sanitaria, versare denaro su un conto di risparmio e trasferirsi in un quartiere più sicuro sono tutti esempi di azioni motivate dai bisogni di sicurezza e protezione.

Insieme, i livelli di sicurezza e fisiologico della gerarchia dei bisogni di Maslow costituiscono ciò che viene spesso definito “bisogni primari”.

3. Bisogni sociali

I bisogni sociali nella gerarchia di Maslow comprendono l’amore, l’accettazione e l’appartenenza. A questo livello, il bisogno di relazioni emotive guida il comportamento umano. Tra le cose che soddisfano questo bisogno vi sono:

  • Amicizie.
  • Legami romantici.
  • Relazioni familiari.
  • Gruppi sociali.
  • Gruppi comunitari.
  • Chiese e organizzazioni religiose.

Per evitare la solitudine, la depressione e l’ansia, è importante sentirsi amati e accettati dagli altri. Le relazioni personali con amici, familiari e amanti giocano un ruolo importante, così come il coinvolgimento in gruppi, come gruppi religiosi, squadre sportive, club del libro e altre attività di gruppo.

4. Bisogni di stima

Al quarto livello della gerarchia di Maslow si trova il bisogno di apprezzamento e rispetto. Una volta soddisfatti i bisogni dei tre livelli inferiori, i bisogni di stima iniziano a svolgere un ruolo più importante nel motivare il comportamento.

A questo livello, diventa sempre più importante ottenere il rispetto e l’apprezzamento degli altri. Le persone hanno bisogno di realizzare qualcosa e di vedere riconosciuti i propri sforzi. Oltre alla necessità di provare sentimenti di realizzazione e prestigio, i bisogni di stima includono aspetti quali l’autostima e il valore personale.

Le persone hanno bisogno di percepire di essere apprezzate dagli altri e di sentire che stanno dando un contributo al mondo. La partecipazione ad attività professionali, i risultati accademici, la partecipazione ad attività sportive o di squadra e gli hobby personali possono svolgere un ruolo nel soddisfare i bisogni di stima.

Le persone che riescono a soddisfare i bisogni di stima ottenendo una buona autostima e il riconoscimento degli altri tendono a sentirsi sicure delle proprie capacità. Al contrario, chi manca di autostima e di rispetto da parte degli altri può sviluppare sentimenti di inferiorità.

Insieme, i livelli di stima e di socialità costituiscono i cosiddetti “bisogni psicologici” della gerarchia.

5. Bisogni di autorealizzazione

Al vertice della gerarchia di Maslow si trovano i bisogni di autorealizzazione. Le persone che si autorealizzano sono consapevoli di sé, si preoccupano della crescita personale, sono meno interessate alle opinioni degli altri e sono interessate a realizzare il proprio potenziale.

“Ciò che un uomo può essere, deve essere”, spiega Maslow, riferendosi al bisogno che le persone hanno di raggiungere il loro pieno potenziale come esseri umani.

Maslow ha parlato di autorealizzazione: “Può essere vagamente descritta come il pieno utilizzo e sfruttamento dei talenti, delle capacità, delle potenzialità, ecc. Queste persone sembrano realizzarsi e fare il meglio che sono in grado di fare. Sono persone che si sono sviluppate o si stanno sviluppando fino a raggiungere la piena statura di cui sono capaci”.

Progressione nella piramide dei bisogni

La gerarchia dei bisogni di Maslow viene spesso rappresentata come una piramide. I livelli più bassi della piramide dei bisogni sono costituiti dai bisogni più elementari, mentre i bisogni più complessi si trovano in cima.

Una volta soddisfatti i bisogni di livello inferiore, le persone possono passare al livello successivo. Man mano che si sale nella piramide, i bisogni diventano sempre più psicologici e sociali.

Al vertice della piramide, il bisogno di stima personale e di sentirsi realizzati ha la priorità. Come Carl Rogers, Maslow ha sottolineato l’importanza dell’autorealizzazione, che è un processo di crescita e sviluppo della persona per raggiungere il potenziale individuale.

Diversi tipi di bisogni

La gerarchia dei bisogni di Maslow può essere distinta in due tipi di bisogni: bisogni di carenza e bisogni di crescita.

  • Bisogni di carenza: I bisogni fisiologici, di sicurezza, sociali e di stima sono bisogni di carenza, che sorgono a causa di una privazione. Soddisfare questi bisogni di livello inferiore è importante per evitare sensazioni o conseguenze spiacevoli.
  • Bisogni di crescita: Maslow ha definito i bisogni al vertice della piramide come bisogni di crescita. Questi bisogni non derivano dalla mancanza di qualcosa, ma piuttosto dal desiderio di crescere come persona.

Sebbene la teoria sia generalmente rappresentata come una gerarchia piuttosto rigida, Maslow ha notato che l’ordine in cui questi bisogni vengono soddisfatti non segue sempre questa progressione standard.

Per esempio, ha notato che per alcuni individui il bisogno di autostima è più importante del bisogno di amore. Per altri, il bisogno di realizzazione creativa può prevalere anche sui bisogni più elementari.

Critiche alla teoria di Maslow

La teoria di Maslow è diventata molto popolare sia all’interno che all’esterno della psicologia. I campi dell’educazione e dell’economia sono stati particolarmente influenzati dalla teoria. Ma il concetto di Maslow non è stato esente da critiche. Tra le principali obiezioni di lunga data vi sono:

  • I bisogni non seguono una gerarchia: Sebbene alcune ricerche abbiano dimostrato di sostenere le teorie di Maslow, la maggior parte di esse non è riuscita a dimostrare l’idea di una gerarchia dei bisogni. Wahba e Bridwell (ricercatori del Baruch College) hanno riferito che ci sono poche prove a favore della classificazione dei bisogni di Maslow e ancora meno prove che questi bisogni siano in ordine gerarchico.
  • La teoria è difficile da verificare: Altri critici della teoria di Maslow notano che la sua definizione di autorealizzazione è difficile da testare scientificamente. La sua ricerca sull’autorealizzazione si basava anche su un campione molto limitato di individui, tra cui persone che conosceva e biografie di individui famosi che Maslow riteneva autorealizzati.

Alcune critiche più recenti suggeriscono che Maslow si sia ispirato al sistema di credenze della nazione dei Piedi Neri, ma hanno trascurato di riconoscerlo. Maslow aveva studiato la tribù dei Piedi Neri del Nord come antropologo. Tuttavia, questa base fondamentale è scomparsa con il tempo, causando un uso improprio dei concetti che aveva originariamente il compito di valutare.

Impatto della Gerarchia di Maslow

A prescindere da queste critiche, la gerarchia dei bisogni di Maslow ha rappresentato parte di un importante cambiamento nella psicologia. Invece di concentrarsi sul comportamento e sullo sviluppo anormale, la psicologia umanistica di Maslow si è concentrata sullo sviluppo di individui sani.

Le ricerche a sostegno della teoria di Maslow sono state relativamente poche, eppure la gerarchia dei bisogni è ben nota e popolare sia all’interno che all’esterno della psicologia. In uno studio pubblicato nel 2011, i ricercatori dell’Università dell’Illinois hanno voluto mettere alla prova questa gerarchia.

Hanno scoperto che, mentre il soddisfacimento dei bisogni era fortemente correlato alla felicità, persone provenienti da culture di tutto il mondo hanno riferito che l’autorealizzazione e i bisogni sociali erano importanti anche quando molti dei bisogni più elementari non erano soddisfatti.

Questi risultati suggeriscono che, sebbene questi bisogni possano essere potenti motivatori del comportamento umano, non assumono necessariamente la forma gerarchica descritta da Maslow.

Parole finali

Che si accetti o meno la gerarchia dei bisogni di Maslow, la sua teoria mette in luce i numerosi bisogni che abbiamo come esseri umani. E anche se non tutti li mettiamo nello stesso ordine, tenerli a mente quando interagiamo con gli altri può aiutare a rendere le nostre interazioni più attente e rispettose.

DOMANDE FREQUENTI

Perché la gerarchia dei bisogni di Maslow è importante?

La teoria di Maslow si basa sul fatto che, in quanto esseri umani, siamo motivati dai nostri bisogni. Inoltre, se alcuni dei nostri bisogni più importanti non sono soddisfatti, potremmo non essere in grado di progredire e soddisfare gli altri bisogni. Questo può spiegare perché ci sentiamo “bloccati” o demotivati. È possibile che i nostri bisogni più critici non vengano soddisfatti, impedendoci di essere la migliore versione di noi stessi. Per cambiare questo stato di cose è necessario esaminare ciò di cui abbiamo bisogno e trovare un modo per ottenerlo.

Cosa c’è in cima alla gerarchia dei bisogni di Maslow?

L’autorealizzazione è in cima alla gerarchia dei bisogni di Maslow. Questo bisogno si riferisce al desiderio di raggiungere il nostro pieno potenziale. Secondo Maslow, questo bisogno può essere soddisfatto solo dopo aver soddisfatto tutti gli altri. Viene quindi dopo i bisogni fisiologici, i bisogni di sicurezza, il bisogno di amore e di appartenenza e i bisogni di stima.

Quali sono i punti deboli della teoria di Maslow?

Alcuni criticano la gerarchia dei bisogni di Maslow sulla base del fatto che i nostri bisogni non esistono sempre in forma piramidale, o che un bisogno è più importante di un altro. Si teme anche che la sua idea di autorealizzazione non possa essere testata. Altri suggeriscono che la teoria di Maslow sia debole perché basata su ricerche che sono state attribuite in modo errato o che hanno perso il concetto originale studiato.

Quanti livelli ci sono nella piramide dei bisogni di Maslow?

I livelli della piramide di Maslow sono cinque. I due livelli inferiori sono i bisogni fisiologici e i bisogni di sicurezza che, insieme, costituiscono i bisogni fondamentali. Seguono i bisogni sociali e di stima, detti anche bisogni psicologici. I bisogni di autorealizzazione si trovano al livello più alto della piramide di Maslow. Si dice che chi è autorealizzato è al massimo del suo potenziale (o lo sta perseguendo).

Vota questo articolo
tandempsicologia.it

Adblock
detector