Cosa sono i principi morali?

Cosa sono i principi morali? Autoconsapevolezza

I principi morali sono linee guida che le persone seguono per assicurarsi di fare la cosa giusta. Tra questi ci sono cose come l’onestà, l’equità e l’uguaglianza. I principi morali possono essere diversi per ognuno, perché dipendono da come una persona è stata cresciuta e da ciò che è importante per lei nella vita.

Storia dei principi morali

La storia dei principi morali risale all’Antica Grecia e all’Antica Cina. I principi morali erano importanti in queste società perché credevano che, per avere successo, le persone avessero bisogno di un chiaro senso del bene e del male.

La ricerca sui principi morali è iniziata con i filosofi dell’Antica Grecia, come Aristotele, che volevano capire il significato della virtù. In seguito, i principi morali sono stati studiati da filosofi come John Locke, Jean-Jacques Rousseau e Immanuel Kant.

Nel campo della psicologia, i principi morali sono stati studiati nel contesto dello sviluppo morale. Gli psicologi si sono interessati a capire come i bambini sviluppano il senso della moralità e come i principi morali vengono applicati in contesti diversi. Ad esempio, lo psicologo Lawrence Kohlberg ha studiato lo sviluppo morale nei ragazzi di diverse culture.

Nel mondo contemporaneo, i principi morali svolgono ancora un ruolo importante. Sono considerati linee guida per vivere con successo la vita. Per esempio, l’onestà è considerata un principio morale perché mantiene forti le relazioni.

Tipi di principi morali

Esistono due tipi di principi morali: assoluti e relativi. I principi assoluti sono immutabili e universali. I principi morali relativi cambiano a seconda della situazione.

Principi morali assoluti

I principi morali assoluti si basano su verità universali sulla natura degli esseri umani. Ad esempio, l’omicidio è sbagliato perché va contro l’ordine naturale delle cose. Sono anche chiamati principi morali normativi, ovvero quelli generalmente accettati dalla società. Di seguito sono riportati alcuni esempi di principi morali assoluti:

  • Non uccidere.
  • Dire la verità.
  • Fare attenzione a ciò che si dice e si fa agli altri.
  • Rispettare la proprietà degli altri.
  • Trattare le persone bisognose o in difficoltà come vorremmo essere trattati se la nostra situazione fosse invertita.

Principi morali relativi

I principi morali relativi si basano su opinioni e circostanze che possono cambiare nel tempo o da persona a persona o per situazioni diverse. I principi morali relativi dipendono dalle convinzioni di una persona. Il relativismo si riferisce a ciò che le persone percepiscono come buono o cattivo in relazione a se stesse. In altre parole, quando qualcuno dice che una cosa è buona, nella maggior parte dei casi sta dicendo che è buona per lui, o forse che contribuisce al suo benessere. Ecco alcuni esempi di principi morali relativi

  • È moralmente sbagliato spendere soldi per un bene di lusso.
  • È moralmente giusto prendersi cura del nostro pianeta e preservarlo per le generazioni future.

Come aderire ai principi morali

Molte persone si sforzano di vivere secondo i principi morali in cui credono. Tuttavia, può essere difficile seguirli sempre, il che rende ancora più importante seguire i propri valori morali personali.

Ci sono molti modi in cui una persona può aderire ai propri principi morali: attraverso pensieri e sentimenti, azioni o parole. Di seguito sono riportati alcuni esempi.

  • Nei pensieri e nei sentimenti, una persona può sforzarsi di essere onesta, essendo giusta e gentile.
  • Con le azioni, una persona potrebbe essere all’altezza dei suoi principi morali non essendo violenta o aggressiva.
  • Con le parole, una persona potrebbe osservare i propri principi morali attraverso l’educazione.

Impatto dei principi morali

I principi morali sono importanti per la società perché aiutano le persone a imparare ad andare d’accordo e a vivere bene gli uni con gli altri. Ci insegnano che tutti gli esseri umani meritano gli stessi diritti, ed è per questo che non va bene discriminare qualcuno in base alla sua etnia o razza. Le persone che seguono i principi morali tendono anche ad avere una qualità di vita migliore rispetto a chi non li segue.

I principi morali possono anche influire sull’identità e sul senso di autostima di un individuo. Ad esempio, chi è onesto può sentirsi una brava persona perché segue il principio morale di essere sempre sincero. E per le persone con forti valori di uguaglianza, il fatto di non discriminare le persone diverse da loro potrebbe farle sentire meglio con se stesse.

Consigli per sviluppare buoni principi morali

Esistono vari modi per sviluppare principi morali che trascendono la cultura, la religione e il Paese. Se avete appena iniziato il vostro percorso morale, potreste prendere in considerazione la possibilità di esplorare la morale in vari testi filosofici.

Tuttavia, ci sono anche molti passi pratici che una persona può compiere per sviluppare buoni principi morali:

  • Pensate a cosa fareste di fronte a un dilemma etico e al motivo per cui prendereste queste decisioni.
  • Chiedetevi cosa pensate sia giusto o sbagliato e assicuratevi che le vostre azioni siano in linea con questi pensieri.
  • Fate attenzione ai doppi standard, come essere gentili con una persona e non esserlo con un’altra.
  • Se può essere d’aiuto, scrivete un elenco di principi morali e affiggetelo in un posto facile da vedere, ad esempio su uno specchio o nella vostra postazione di lavoro.
  • Non preoccupatevi se non vi attenete perfettamente ai vostri principi morali. L’importante è che facciate del vostro meglio.

Le insidie dei principi morali

Ci sono alcune cose che possono andare storte quando si seguono i principi morali. Di seguito sono riportati alcuni esempi di come i principi morali non sempre vi guidino verso il miglior corso d’azione.

In primo luogo, è possibile esprimere giudizi sugli altri in base ai propri valori personali e non ai loro. Ad esempio, se pensate che tutte le donne debbano vestire in modo conservativo perché ritenete che vestirsi in un altro modo sia immorale, allora state giudicando gli altri in base ai vostri standard.

Inoltre, può essere difficile distinguere tra un principio morale e qualcosa di culturale o che fa parte della propria educazione. Per esempio, potreste credere che le donne debbano sottomettersi ai loro mariti perché nella vostra cultura tutti sono tradizionalmente d’accordo con questa idea da generazioni; tuttavia, se siete nati in un paese diverso dove le persone non la pensano così, potreste non pensare che sia moralmente giusto.

Infine, a volte le persone possono usare i principi morali per giustificare un comportamento sbagliato, come rubare o danneggiare gli altri in qualche modo. Ad esempio, se si ruba perché si crede di aiutare i poveri, si può pensare che rubare sia giusto.

Parole finali

In generale, i principi morali sono vantaggiosi sia per la società che per il singolo individuo. Tuttavia, seguire ciecamente i principi morali senza considerarne l’origine o usare il proprio giudizio in base alla situazione può essere problematico. La migliore linea d’azione è di solito quella di aderire a un insieme di principi morali vagamente definiti che siano in linea con le proprie convinzioni e con la società nel suo complesso, ma anche di considerare ogni situazione individualmente e di soppesare il costo dell’adesione alla propria morale in termini di impatto sugli altri individui.

Vota questo articolo
tandempsicologia.it

Adblock
detector