Cos’è la psicologia dello sport e come si applica?

Psicologia dello sport Autoconsapevolezza

La psicologia dello sport è lo studio di come i fattori psicologici influenzino lo sport, le prestazioni atletiche, l’esercizio fisico e l’attività fisica. Gli psicologi dello sport studiano come la partecipazione allo sport possa migliorare la salute e il benessere. Inoltre, aiutano gli atleti a utilizzare la psicologia per migliorare le loro prestazioni atletiche e il loro benessere mentale.

Lo psicologo dello sport non lavora solo con atleti d’élite e professionisti. Questo tipo di professionista aiuta anche i non atleti e gli sportivi di tutti i giorni a imparare a praticare sport e a seguire un programma di allenamento. Utilizza l’esercizio fisico e l’atletica per migliorare la vita e il benessere mentale delle persone.

Storia della psicologia dello sport

La psicologia dello sport è una disciplina relativamente giovane; il primo laboratorio di ricerca dedicato all’argomento è stato aperto nel 1925. Il primo laboratorio statunitense chiuse poco tempo dopo (all’inizio degli anni ’30) e la ricerca americana riprese in questo settore solo alla fine degli anni ’60, quando ci fu una ripresa di interesse.

Nel 1965 fu fondata la Società Internazionale di Psicologia dello Sport (ISSP). Negli anni ’70, la psicologia dello sport è stata introdotta come corso universitario in tutti gli istituti scolastici del Nord America.

Psicologia dello sport

Negli anni ’80, la psicologia dello sport divenne oggetto di un’attenzione scientifica più rigorosa. I ricercatori iniziarono a studiare come la psicologia potesse essere utilizzata per migliorare le prestazioni atletiche. Hanno anche studiato come l’esercizio fisico potesse essere utilizzato per migliorare l’umore e ridurre i livelli di stress.

Tipi di psicologi dello sport

Così come esistono diversi tipi di psicologi, come gli psicologi clinici, gli psicologi dello sviluppo e gli psicologi forensi, esistono anche diversi tipi di psicologi dello sport.

Psicologi dello sport educativi

Lo psicologo educativo dello sport utilizza metodi psicologici per aiutare gli atleti a migliorare le prestazioni sportive. Ciò include l’insegnamento di tecniche come l’immaginazione, la definizione di obiettivi o il dialogo con se stessi per migliorare le prestazioni in campo.

Psicologi clinici dello sport

Gli psicologi clinici dello sport lavorano con atleti che soffrono di disturbi mentali come la depressione o l’ansia. Questo lavoro implica l’utilizzo di strategie sia di psicologia dello sport che di psicoterapia. Uno psicologo clinico dello sport aiuta gli atleti a migliorare la loro salute mentale e le prestazioni sportive allo stesso tempo.

Psicologi dell’esercizio fisico

Lo psicologo dell’esercizio fisico lavora con clienti non atleti o con persone che praticano attività fisica quotidiana per aiutarli ad acquisire l’abitudine di allenarsi. Questo lavoro può includere alcune delle stesse tecniche utilizzate dagli altri psicologi dello sport, come la definizione di obiettivi, la pratica della mindfulness e l’uso di tecniche motivazionali.

Usi della psicologia dello sport

La psicologia dello sport contemporanea è un campo eterogeneo e vi sono diversi argomenti di particolare interesse per gli psicologi dello sport.

1. Focus attenzionale

L’attenzione comporta la capacità di escludere le distrazioni (come una folla di tifosi urlanti) e di concentrarsi sul compito da svolgere. Ciò consente agli atleti di gestire la propria attenzione mentale, anche in presenza di altri fattori che si contendono la loro attenzione.

Le strategie più comuni che possono essere utilizzate a questo scopo includono la respirazione profonda, l’attenzione ai segnali e alle sensazioni corporee e la mindfulness. Tutte queste strategie possono aiutare gli atleti a rimanere concentrati sul momento presente.

2. Durezza mentale

La durezza mentale è diventata un’area di crescente interesse nella psicologia dello sport. Il termine si riferisce alle caratteristiche psicologiche che sono importanti per un atleta per raggiungere prestazioni ottimali.

Tra queste caratteristiche vi sono la fiducia incrollabile in se stessi, la capacità di riprendersi dalle sconfitte e l’insaziabile desiderio di successo. Reagire alle situazioni in modo positivo, rimanere calmi sotto pressione e mantenere il controllo sono altre caratteristiche che contribuiscono alla durezza mentale.

3. Visualizzazione e definizione degli obiettivi

Stabilire un obiettivo e visualizzare ogni passo necessario per raggiungerlo può aiutare a preparare mentalmente l’atleta all’allenamento o alla gara. La visualizzazione implica la creazione di un’immagine mentale di ciò che “si vuole” che accada. Gli atleti possono usare questa abilità per immaginare il risultato che stanno perseguendo. Ad esempio, possono visualizzare se stessi mentre vincono un evento o mentre eseguono i passi necessari per completare un movimento difficile.

La visualizzazione può anche essere utile per aiutare gli atleti a sentirsi più calmi e concentrati prima di un evento.

4. Motivazione e team-building

Alcuni psicologi dello sport lavorano con atleti professionisti e allenatori per migliorare le prestazioni aumentando la motivazione. Lo studio della motivazione è uno dei temi principali della psicologia dello sport e prende in considerazione sia i motivatori estrinseci che quelli intrinseci.

I motivatori estrinseci sono ricompense esterne come trofei, denaro, medaglie o riconoscimenti sociali. I motivatori intrinseci nascono dall’interno, come il desiderio personale di vincere o il senso di orgoglio che deriva dall’esecuzione di un’abilità.

Anche il team building è un tema importante in questo campo. Gli psicologi dello sport potrebbero lavorare con allenatori e atleti per aiutarli a sviluppare un senso di cameratismo e a collaborare in modo efficiente ed efficace.

5. Ansia

Gli psicologi dello sport professionisti aiutano gli atleti a gestire l’intensa pressione che deriva dalla competizione. Spesso si tratta di trovare modi per ridurre l’ansia da prestazione e combattere il burnout.

È normale che gli atleti siano nervosi prima di una partita, di una prestazione o di una competizione. Ma questo nervosismo può avere un impatto negativo sulle prestazioni. Pertanto, imparare le tattiche per mantenere la calma è importante per aiutare gli atleti a dare il meglio di sé.

Le tattiche che potrebbero essere al centro di quest’area della psicologia dello sport comprendono tecniche di rilassamento, modifica dei pensieri negativi, rafforzamento della fiducia in se stessi e individuazione di distrazioni per ridurre l’attenzione all’ansia.

Il burnout può verificarsi anche negli atleti che sperimentano frequentemente pressione, ansia e programmi di allenamento intensi.8 Aiutare gli atleti a ripristinare il loro senso di equilibrio, a imparare a rilassarsi e a mantenere la loro motivazione può aiutare a combattere i sentimenti di burnout.

6. Riabilitazione

Un altro importante obiettivo della psicologia dello sport è quello di aiutare gli atleti a recuperare e a tornare al loro sport dopo un infortunio. Un infortunio sportivo può portare a reazioni emotive in aggiunta al danno fisico, che possono includere sentimenti di rabbia, frustrazione, disperazione e paura.

Gli psicologi dello sport lavorano con questi atleti per aiutarli ad affrontare mentalmente il processo di recupero e a ritrovare la fiducia in se stessi una volta pronti a tornare al proprio sport.

Impatto della psicologia dello sport

Le ricerche indicano che l’uso di varie tecniche di psicologia dello sport può contribuire a migliorare le prestazioni di tutti i tipi di atleti, dai giovanissimi ginnasti (dagli 8 ai 13 anni) ad alcuni dei migliori atleti olimpici. La psicologia dello sport ha un impatto che si estende anche ad altre aree del benessere.

Per esempio, uno studio ha osservato che è comune che i medici abbiano reazioni negative quando trattano pazienti in condizioni di malessere acuto. Tuttavia, quando i medici hanno utilizzato le stesse routine psicologiche degli atleti, sono stati in grado di controllare meglio queste reazioni. Questo ha migliorato anche la cura dei pazienti.

Altri suggeriscono che gli psicologi dello sport possono svolgere un ruolo importante nella riduzione dell’obesità, soprattutto nei bambini. Aiutando i bambini ad aumentare l’attività fisica e il piacere di praticarla, lo psicologo dello sport può aiutarli a raggiungere e mantenere un peso sano.

Tecniche di psicologia dello sport

Alcuni professionisti utilizzano una tecnica specifica per aiutare i loro clienti, mentre altri utilizzano un’ampia gamma di tecniche di psicologia dello sport.

1. Rilassamento progressivo

Le tecniche di rilassamento offrono agli atleti molti benefici. Tra questi vi sono l’aumento della fiducia in se stessi, una migliore concentrazione e una riduzione dei livelli di ansia e stress, tutti fattori che contribuiscono a migliorare le prestazioni.

Una delle strategie di rilassamento che gli psicologi dello sport utilizzano con i loro clienti è il rilassamento muscolare progressivo. Questa tecnica consiste nel far tendere un gruppo di muscoli, mantenerli tesi per alcuni secondi e poi farli rilassare.

2. Ipnosi

Alcuni professionisti della salute utilizzano l’ipnosi per aiutare i loro pazienti a smettere di fumare. Uno psicologo dello sport potrebbe usare questa stessa tecnica per aiutare i suoi clienti a migliorare le prestazioni nello sport che preferiscono.

Le ricerche indicano che l’ipnosi (che consiste nel porre una persona in uno stato di attenzione focalizzata con una maggiore suggestionabilità) può essere utilizzata per migliorare le prestazioni degli atleti che partecipano a diversi sport, dal basket al golf al calcio.

3. Biofeedback

Il biofeedback consiste nell’utilizzare il feedback fornito dal corpo per notare come si sente fisiologicamente nei momenti di stress (frequenza cardiaca elevata, muscoli tesi, ecc.). Queste informazioni possono essere utilizzate per controllare questi effetti, fornendo una risposta biologica più positiva.

Una revisione sistematica ha rilevato che l’uso del biofeedback della variabilità della frequenza cardiaca ha migliorato le prestazioni sportive in oltre l’85% degli studi. Altre ricerche sostengono l’uso del biofeedback per ridurre lo stress e l’ansia degli atleti.

4. Terapia cognitivo-comportamentale

La terapia cognitivo-comportamentale (CBT) viene utilizzata per aiutare tutti i tipi di persone a identificare e modificare pensieri e comportamenti distruttivi. Pertanto, è logico che anche gli atleti possano beneficiare dei suoi effetti.

Uno studio di caso che ha coinvolto una sciatrice di fondo di 17 anni ha rilevato che la CBT ha contribuito a ridurre l’ansia da prestazione e a migliorare i comportamenti specifici dello sport. Un’altra ricerca ha coinvolto 16 atleti della NCAA Division I con gravi lesioni e ha rilevato che la CBT ha migliorato il loro benessere emotivo durante il recupero.

Diventare psicologo dello sport

Diventare psicologo dello sport potrebbe essere una scelta di carriera entusiasmante per molti studenti di psicologia, soprattutto per quelli con un forte interesse per lo sport e l’attività fisica.

L’American Psychological Association (APA) descrive la psicologia dello sport come una “carriera calda”, suggerendo che chi lavora nei dipartimenti atletici universitari guadagna circa 60.000-80.000 dollari all’anno. Se siete interessati a questa carriera, iniziate a saperne di più sui requisiti educativi, le mansioni, gli stipendi e altre considerazioni sulla carriera in psicologia dello sport.

Parole finali

La psicologia dello sport, ovvero l’uso di tecniche psicologiche nell’esercizio fisico e nello sport, offre vantaggi sia agli atleti che ai non atleti. Comprende anche un’ampia varietà di tecniche progettate per aumentare le prestazioni e rafforzare l’adesione all’esercizio.

Se avete una passione per lo sport e la psicologia, diventare psicologo dello sport potrebbe essere una buona scelta di carriera. Inoltre, offre diverse opzioni di carriera, che vi permetteranno di scegliere quella che vi interessa di più.

DOMANDE FREQUENTI

Perché la psicologia dello sport è importante?

La psicologia dello sport offre agli atleti molti vantaggi, dal miglioramento delle prestazioni a un recupero mentale più sano dopo un infortunio fisico. Può aiutare questi atleti a rimanere impegnati negli sport che amano. La psicologia dello sport offre benefici anche ai non atleti, ad esempio aiutandoli a seguire un programma di esercizi. L’esercizio fisico regolare migliora la salute del cervello, riduce il rischio di malattie, rafforza le ossa e i muscoli e facilita il mantenimento di un peso sano, aumentando al contempo la longevità.

Come la psicologia dello sport aiuta gli atleti?

Le diverse tecniche di psicologia dello sport funzionano in modi diversi. Alcune sono utilizzate per promuovere la fiducia in se stessi. Altre sono pensate per ridurre l’ansia. Tuttavia, tutte hanno un obiettivo in comune: aiutare l’atleta a migliorare le proprie prestazioni.

Cosa si può fare con una laurea in psicologia dello sport?

Gli psicologi dello sport possono intraprendere diversi percorsi di carriera. Se volete insegnare agli atleti come migliorare le loro prestazioni attraverso tecniche psicologiche, potete farlo come psicologo dello sport educativo. Se volete lavorare con atleti affetti da malattie mentali, uno psicologo clinico dello sport offre questo servizio. Se invece volete lavorare con gli sportivi di tutti i giorni, diventare psicologo dell’esercizio fisico potrebbe essere una buona scelta di carriera per voi.

Dove si può studiare psicologia dello sport?

Numerosi college e università offrono un programma di psicologia dello sport. Alcuni sono programmi di laurea, che offrono un diploma di laurea in psicologia dello sport. Altri sono programmi di livello superiore, che prevedono il conseguimento di un master o di un titolo superiore. A seconda dell’istituto di formazione, è possibile studiare psicologia dello sport anche online.

In che modo la psicologia dello sport può migliorare le prestazioni?

In alcuni casi, la psicologia dello sport migliora le prestazioni riducendo l’ansia. In altri casi, invece, agisce migliorando la concentrazione o aumentando la durezza mentale. Uno psicologo dello sport può aiutare a scoprire i problemi che potrebbero limitare le prestazioni dell’atleta. Queste informazioni vengono poi utilizzate per determinare quali tecniche psicologiche possono offrire i migliori risultati.

Vota questo articolo
tandempsicologia.it

Adblock
detector